Vincenzo Pisapia - Beatles - While my guitar gently weeps - www.vincenzopisapia.it

The Beatles – While my guitar gently weeps

VincenzoPisapia.it - The Beatles – While my guitar gently weeps - Official logo red (webp)
YouTube player

Iscriviti al mio canale YouTube

se ti è piaciuto questo video e lascia un commento.

While my guitar gently weeps è una canzone dei Beatles, composta da George Harrison e pubblicata nell’album The Beatles del 1968 (anche noto come White Album).

Si tratta di uno dei brani del gruppo che ospitarono contributi di musicisti di nome e non solo turnisti. La chitarra aggiunta appartiene a Eric Clapton, amico di Harrison. Benché sia nota la sua partecipazione alle sedute di incisione, Clapton non figura ufficialmente accreditato.

Harrison compose While My Guitar Gently Weeps come un esercizio di casualità ispirato all’I Ching cinese.

La canzone esprime il suo rammarico per le potenzialità inespresse del mondo verso l’amore universale, al quale egli si riferisce con le parole: «The love there that’s sleeping».

Alla sua pubblicazione, While My Guitar Gently Weeps venne incensata dalla critica, e da allora è ritenuta uno dei migliori brani in assoluto di George Harrison, esempio riconosciuto della sua maturità come autore.

The Beatles – While my guitar gently weeps

La fonte d’ispirazione del brano venne a Harrison dalla lettura di un libro, l’I Ching. Disse lo stesso Harrison: «In Oriente ogni cosa è connessa con ogni altra cosa, mentre in Occidente è solo una coincidenza».

Harrison cominciò a scrivere una canzone partendo dalle prime parole viste in un libro aperto a caso. Queste parole furono “Gently Weeps” (piange dolcemente); e così iniziò immediatamente a lavorare.

La canzone riflette l’atmosfera pesante venutasi a creare nei Beatles dopo il soggiorno in India. Eric Clapton, chitarrista con il quale Harrison aveva stretto amicizia e collaborato nel 1968 come distrazione dai Beatles, disse che While My Guitar Gently Weeps verteva sull’isolamento spirituale di Harrison nella band.

Un nastro demo che Harrison registrò nella sua casa a Esher include una strofa aggiuntiva non utilizzata nella versione definitiva, ma di grande impatto emotivo: 

«I look at the trouble and hate that is raging / While my guitar gently weeps / As I’m sitting here, doing nothing but ageing… » (“Osservo il problema e l’odio che infuria / Mentre la mia chitarra piange dolcemente / Me ne resto seduto qui, non facendo altro che invecchiare”).

Questa versione preliminare include inoltre la frase: «The problems you sow are the troubles you’re reaping» (“I problemi che semini sono i problemi che stai raccogliendo”), anch’essa scartata.

Steve Lukather ha eseguito questo assolo nel “Toto’s 25th anniversary concert” nel 2002. La versione di Lukather è una delle più famose cover di questo popolare brano dei Beatles, principalmente per lo splendido assolo che Steve esegue.

fonte: Wikipedia.

Clicca, per scoprire il setup utilizzato nel video.


Home Bio Live Video Foto Gear Contatti

/ 5
Grazie per aver votato!
10 mesi ago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pooh - Canterò per te

9 Luglio 2023

Queen - Mother Love

6 Agosto 2023